Acquista Online su
IlGiardinodeiLibri.it

 

Presente su:
Cercami.org
Lazio-Aziende.net



Chi Siamo

Memento Naturae dal 2005 al 2012
Un Volontariato attivo per la Natura e gli Animali

Conta solo ESSERE ESEMPIO

Sono trascorsi circa sette anni dalla nostra fondazione e abbiamo sempre cercato, per quanto possibile, di distinguere il nostro operato dalle tantissime altre realtà associative ben più importanti di noi, seguendo un modo di agire scevro da personalismi o rivalse e caratterizzato volutamente solo da un impegno concreto, strategico e realizzativo sui diversi campi in cui di volta in volta siamo stati coinvolti.

Numerose e significative sono infatti le iniziative svolte, atte ad una sensibilizzazione alla difesa dell’ambiente e alla protezione degli animali, soprattutto contro la pratica della vivisezione, la sperimentazione di animali nei laboratori per scopi falsamente scientifici, a cui siamo stati anche chiamati ad esprimerci in alcune città italiane.

Abbiamo cercato di offrire anche un modesto contributo culturale per manifestazioni importanti come la Festa De Noantri a Roma o collaborando con associazioni che si occupano di difesa delle minoranze come la Laogai Research Foundation, attiva in difesa della tradizione tibetana, ormai quasi completamente scomparsa, e pronta alla continua denuncia dei massacri indiscriminati da parte del regime capital-comunista cinese al suo stesso popolo.


RACCOLTA DIFFERENZIATA

Tra le battaglie in difesa dell’ambiente, con lo scopo di diffondere la cultura della differenziazione dei rifiuti, vi è l’iniziativa Da un Tappo doni Amor, volta alla raccolta dei tappi di plastica in polietilene e polipropilene che sigillano gli imbottigliamenti più comuni.

Grazie all’efficace azione svolta nel tempo, siamo riusciti ad avere la gestione di due container della capienza di 32 metri cubi e 16 metri cubi uno giacente a Roma in zona Tor di Quinto, e il secondo a Maccarese (Fiumicino): entrambi sono diventati un punto di riferimento per numerose famiglie, aziende ed imprese commerciali che hanno aderito con entusiasmo all’iniziativa, portando periodicamente buste piene, destinate alla ditta RMP Salari, specializzata in lavorazione e recupero di queste materie plastiche.

Il ricavato da noi ottenuto per queste raccolte, è stato di volta in volta, destinato a case-famiglia e associazioni di volontariato, rifugi per cani abbandonati (in special modo il Pet Village che oggi dispone di un suo proprio container), è stato inviato alle popolazioni in stato di emergenza come l’Abruzzo nel post-terremoto o per cause importanti all’estero, soprattutto in India (il sostegno a Vrindavan e progettualità per realizzare scuole, di concerto con l’Associazione Mapinù).

Dopo che quest'iniziativa, tramite un continuo passaparola ha preso piede, il progetto Da un Tappo doni Amor è andato a svilupparsi con  grande entusiasmo in numerose scuole romane e del Lazio, con incontri di educazione ambientale, premiazione con attestati per le classi più meritevoli, ricevendo encomi e ottenendo diversi riscontri positivi da parte di insegnanti e presidi, nonché  patrocini in diversi municipi della Capitale.

ECOLOGIA

Profondamente convinti che la cosa rilevante per il rispetto dell’ambiente sia un’adeguata educazione che abbia in se una mentalità ed una visione del mondo aperte e ricettive a cercare quella conoscenza realizzativa interiore presente in tutte le cose che compongono il Tutto, ci siamo adoperati per sensibilizzare, soprattutto le nuove generazioni, che un semplice gesto come raccogliere da terra e cestinare in appositi contenitori un semplice pezzo di carta gettato da qualcun altro, può rappresentare un segnale forte per chi ci sta a fianco.

Per questo con i nostri volontari e simpatizzanti abbiamo organizzato numerose campagne per la pulizia delle spiagge del litorale romano o di luoghi come parchi e giardini pubblici, coinvolgendo in maniera attiva gli abituali fruitori degli spazi verdi, disgustati dall’incuria e dal degrado in cui erano caduti quelli che dovrebbero essere i "loro" spazi.

Oltre a questo, abbiamo anche organizzato importanti meeting sulla tematica dell’ecologia, affrontando il tema delle energie rinnovabili e del risparmio energetico in sedi accademiche come ad esempio l’incontro Nuove Politiche Ambientali - Limiti Attuali e Prospettive Future, svolto presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università di Roma Tre.

Da diversi anni l’associazione fa parte della Rete Regionale Rifiuti Lazio, circuito di associazioni che aderiscono a una piattaforma per una gestione virtuosa dei rifiuti basata sulla raccolta porta a porta e su un recupero effettivo che porti a zero rifiuti. Dal 2011 abbiamo scelto di aderire alle idee della Rete Bio-Regionale Italiana e dell’Ecologia Profonda (Deep Ecology), realtà sinergiche nate dalla sensibilità di diverse anime italiane ed internazionali sul tema oggi molto attuale dell'eco-centrismo.

In occasione del Solstizio di Estate di giugno 2012, grazie all’impegno profuso dal responsabile bio-regionalista Paolo D’Arpini, proveremo a far incontrare e confrontare tutte queste anime sensibili, cercando di muovere i primi passi per gettare i presupposti e le basi per la creazione virtuale e pragmatica di una rete attenta a queste problematiche.

Caratteristica di questa rete è che dovrà essere solo funzionale allo scopo, sinergica, libera e indipendente, dove verranno mantenute inalterate le identità e peculiarità specifiche di ogni realtà partecipante, per concretizzare viceversa quella attuazione propositiva nelle idee e nelle strategie che porti ad un nuovo approccio per riabitare il pianeta, ad un ritorno al vivere semplice, al bisogno essenziale di contro al superfluo apparente, auspicando un sano ricollegamento, da diverso tempo perduto, con gli Elementi di quella Terra ferita che anziché spazzarci via ci continua ad ospitare.

DIFESA DEGLI ANIMALI

Altro cavallo di battaglia in cui ci siamo mossi in maniera continua, è stato quello della tutela dei nostri amici animali. Dal momento che l’8 settembre 2010 è stata approvata la Direttiva Europea e la discussione si è spostata tra gli Stati Membri UE, insieme al Centro Internazionale I-Care abbiamo stilato un documento per una risoluzione contro la Vivisezione, tramite l'applicazione della Normativa Nazionale DDL 53-2008 proposta dai Senatori Tomassini e Malan, da far approvare dai Municipi di Roma e da tutti i Comuni italiani interessati.

Proprio per dire No alla Vivisezione e promuovere una ricerca scientifica senza animali, abbiamo voluto organizzare in data 2 aprile 2011, Essere Avanguardia Europea nella Tutela degli Animali, una grande manifestazione-convegno nazionale, con il patrocinio di Roma Capitale, in Piazza del Campidoglio.

Durante l’incontro si sono susseguiti gli interventi di esperti e studiosi del campo, tra cui il Prof. Bruno Fedi e il Dr. Massimo Tettamanti, illustri esponenti in materia di ricerca alternativa all'utilizzo di animali.

L'evento ha dato risalto alle importanti collaborazioni che siamo riusciti a raccogliere negli anni, così come era già avvenuto nel dicembre 2009 con il convegno Dalla sperimentazione animale ai metodi alternativi – Verso una scienza tecnologicamente avanzata, dove oltre alla graditissima presenza del Dr. Stefano Cagno, altro illustre medico della LIMAV, lega medici antivivisezione, si è potuto trasmettere una registrazione da Baltimora del Prof. Thomas Hartung, direttore del CAAT ed ex direttore di ECVAM, prestigioso centro europeo nato per la validazione di metodi alternativi.

Altro grandissimo risultato è stata la vittoria a Montecitorio, riportata da tutta la cronaca nazionale, nell'aprile 2010, per impedire gli emendamenti che volevano permettere la Caccia Selvaggia in Italia; ciò è avvenuto dopo diversi presidi e interventi di mediazione fatti in piena sinergia con molte realtà tra cui WWF e LIPU.

Continuare a TIRARE DRITTI

Così finite queste festività, ci prepariamo ad affrontare questa nuova sfida per l’anno 2012, data emblematica che a detta di molti ipoteticamente può essere legata a cambiamenti epocali, a passaggi dimensionali di natura sottile, a catastrofi apocalittiche, a complotti mondialisti ecc. tutte situazioni che Memento Naturae non vuole giudicare, perché non ama l’arroganza di chi senza conoscere la sua natura profonda, si senta in grado di pontificare se tali visioni sono vere o false; a nostro modo di vedere però questi pensieri non devono neanche essere preponderanti in chi ha già scelto di andare verso una direzione netta e precisa, chiara e trasparente, è che deve pertanto continuare a seguire questo cammino senza inopportune deviazioni.

Questo è l’obiettivo reale: non potremo piacevolmente stupire chi ci segue, se alle chiacchiere, ai messaggi che vogliamo lanciare o alle azioni che ci auguriamo di tutto rispetto e che tenteremo di fare durante quest’anno, non si avranno i piedi ben saldi in ogni terreno di scontro in cui andremo a cimentarci. Sappiamo che per difendere la Natura e chi la abita di fronte avremo a che fare sempre con avversari più potenti, con multinazionali della finanza apolide, con corruzione e con vigliaccheria attraverso un uso attento dei media: ma tutto ciò non può intaccare lo spirito o fermare l’azione di chi sa consapevolmente che ha un preciso dovere da compiere in questa vita.

L'Associazione Memento Naturae

L'Associazione Memento Naturae è stata costituita nel Novembre del 2005 su iniziativa e volontà di alcuni soci già impegnati singolarmente da diverso tempo nell'ambito del sociale, dell'ambiente e della tutela dei suoi abitanti.

Essa si prefigge numerosi obiettivi da raggiungere attraverso un'ampia gamma di iniziative. Nonostante la recente fondazione, Memento Naturae ha già affrontato diverse tematiche quali la ferma e decisa posizione per abolire definitivamente la vivisezione, il ciclo raccolta-smaltimento-riciclaggio dei rifiuti fino al compostaggio naturale, la partecipazione alla lotta contro il bracconaggio selvaggio, l'opposizione ai circhi che ancora utilizzano Animali, la salvaguardia del verde nelle aree urbane e la pulizia della spiagge. Lo ha fatto attraverso convegni, dibattiti e manifestazioni e lo continuerà a fare approfondendo anche altri argomenti. In programma c'è il tema dello smantellamento degli ignobili allevamenti intensivi, la sensibilizzazione della società italiana all'incombente problema dell'oro blu incentivando pertanto il discorso sul risparmio idrico, l'utilizzo di fonti di energia rinnovabili, la critica alle biotecnologie ed agli Organismi Geneticamente Modificati (OGM).

Ora per noi si aggiunge ai tradizionali strumenti della divulgazione anche quello informatico; Memento Naturae compare nella rete con un sito poliedrico, sfaccettato, tutto da scoprire e visitare per informarsi, conoscere, studiare, acquistare prodotti biologici e cruelty-free ed anche copiare.

Si, avete capito bene, copiare dai migliori, cioè inserire documentazione di altre realtà che con la loro esperienza ed il loro impegno hanno dimostrato nel tempo di avere a cuore le tematiche che noi condividiamo.

Nulla di nuovo, obietterà il lettore.

Abbiamo ben chiaro quale sia il pericolo che si corre inoltrandosi attraverso sentieri già battuti da innumerevoli sigle e formazioni prima di noi: quello della sterilità e dell'inconcludenza. Per questo qualche gradita sorpresa l'abbiamo anche noi in preparazione, e ciò eviterà di trasformarci in cloni di qualcun altro...

Memento Naturae si pone in un panorama inflazionato di nomi portando con se forse l'unica caratteristica capace di differenziarla da chi prima di lei ha fallito: la prassi.

Determinazione, costanza, innovazione, preparazione e propositività; queste sono le parole d'ordine per smuovere le acque stantie del discorso sulla Natura e sugli Animali, da troppo tempo snobbato da un mondo politico miope e da un'opinione pubblica distolta da false tematiche.

Sempre più urgenti sono i problemi inerenti all'ambiente e alla totalità degli esseri che sono collocati in esso e che affollano l'agenda della nostra società, oltrepassando di gran lunga gli sterili problemi partitici dei ridicoli omuncoli dediti solo a pensare al mondo del corretto politichese; d'altro canto sempre più arretrato è il dibattito su di essi, viziato da luoghi comuni insensati e prese di posizione figlie di interessi particolari.

Ma una cosa è certa, prima che sia troppo tardi... Memento Naturae è, è stata e sarà sempre presente in ogni battaglia!!!